Fase e controfase nei pickup

 

In passato spesso mi sono trovato ad avere chitarre che suonavano in modo strano. Magari l’humbucker che avevo montato invece che produrre il suono pieno e potente che mi aspettavo aveva un suono sottile, medioso, nasale, qualcosa non tornava ed il tecnico di turno mi diceva: “aaaah ma hai collegato il pickup in controfase!

E io mi domandavo cosa volesse dire. Cercherò ora di spiegarvelo nel modo più semplice possibile cercando di utilizzare il minor numero di termini tecnici.

Punto primo, iniziamo a dare una rappresentazione grafica ad un suono. I suoni sono sono rappresentabili come un onda:

onda

 

Come vediamo dall’immagine, l’onda si muove ad una certa ampiezza in verticale (quello che volgarmente potremmo chiamare il volume, la potenza) e tale onda si ripete nel tempo. La ripetizione ad una certa distanza della stessa ampiezza viene detta periodo.

Il suono ha un altra caratteristica, ovvero la nota stessa che si viene a generare. L’altezza della nota è data dal numero di volte in cui i periodi si ripetono in un determinato arco di tempo. In parole povere stiamo dicendo che una nota è data dalla frequenza di ripetizione dei periodi, ecco perchè l’unità di misura dell’altezza di un suono è detta frequenza e si misura in hertz.

Il numero indicato dagli hertz rappresenta banalmente quante volte si ripete un periodo in un secondo.

Ad esempio il LA a cui generalmente accordiamo i nostri strumenti è un LA a 440 Hertz ovvero avremo 440 volte in un secondo la ripetizione del periodo in figura:

frequenza

Fatto questo preambolo cominciamo a capire quando dei suoni possono essere in fase o in controfase.

Per avere una controfase è necessario avere almeno 2 suoni uguali che vanno a sovrapporsi:

interf3

Come vedete nello schema delle onde in fase si ha un interferenza costruttiva: il suono verde e il suono blu hanno le creste ed i ventri esattamente in corrispondenza, la posizione delle creste e dei ventri determina la fase di e tra due suoni.

In questo caso due suoni perfettamente in fase sovrapposti tra loro daranno vita ad un suono (onda rossa) esattamente uguale ai due precedenti ma con un ampiezza (volgarmente un volume) pari alla somma delle due ampiezze ( il volume del suono raddoppia)

E se due suoni non hanno creste e ventri allineati cosa succede? I due suoni saranno in controfase, lo possono essere leggermente o completamente, in ogni caso ciò che si udirà sarà la somma delle ampiezze sovrapposte.

Poniamo il caso di avere due suoni completamente in controfase:

Come potete vedere la dove l’onda verde ha la cresta quella blu ha il ventre il risultato della somma sarà un’interferenza distruttiva. Ecco quindi che due suoni uguali ma con fase opposta sovrapposti si cancellano a vicenda ed il suono non sarà più udibile.

La prossima domanda che forse avete in testa è cruciale:

Ma allora perchè se la mia chitarra è collegata con i pickup in controfase io riesco ancora ad udire un suono?

Ci sono svariate leggi e regole di fisica per cui questo succede, io però voglio metterla sul pratico e spiegarvi questo:

Le corde della chitarra quando vengono suonate creano esattamente delle onde: il pickup cattura la posizione dell’onda esattamente al di sopra di dove si trova. Da momento che il collegamento controfase può avvenire solo quando abbiamo attivi due suoni (attivi due o più pickup in uscita) Il suono catturato dalla prima e dalla seconda bobina del nostro humbucker sarà identico ma leggermente spostato quindi non avremo una cancellazione completa delle frequenze ma solo una cancellazione parziale: alcune frequenze spariranno altre resteranno.

Ecco perchè se collegate due pickup in controfase avrete un suono molto sottile, basso di volume e totalmente privo di alcune frequenze che normalmente riempiono di gioia i vostri deliri chitarristici…

Attenzione però: alcuni chitarristi hanno composto dei riff che sono diventati leggenda con quel suono orribile, e questo vi dovrebbe ancora una volta far capire che non esistono suoni belli o suoni brutti: esistono però uno o più suoni in grado di esprimere ed enfatizzare l’arte del creare musica.

Ciao

Frank